Charlie Proctor muore a 5 anni per un cancro al fegato. Le sue ultime parole: “Scusami, mamma”

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 novembre 2018 6:00 | Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2018 19:26
Charlie Proctor muore a 5 anni per un cancro al fegato. Le sue ultime parole: "Scusami, mamma"

Charlie Proctor muore a 5 anni per un cancro al fegato. Le sue ultime parole: “Scusami, mamma” (Foto Facebook)

LONDRA – Nel Lancashire, Regno Unito, il piccolo Charlie Proctor è morto a soli cinque anni dopo due anni di lotta contro una rara forma di cancro al fegato e le sue ultime parole sono state per la famiglia: il piccolo infatti si è scusato per la terribile prova vissuta dai genitori con la sua malattia.

Amber Schofield, 24 anni, e Ben Proctor, avevano cercato disperatamente di raccogliere abbastanza denaro per sottoporre il bambino a un trapianto di organi negli Stati Uniti, ma erano riusciti a recuperare solo la metà delle 855.580 sterline di cui avevano bisogno.

Il sorriso del piccolo aveva catturato il cuore del Regno Unito, la mamma aveva realizzato una pagina online dal nome “Charlie’s Chapter” dove pubblicava gli aggiornamenti sull’epatoblastoma. Charlie è morto tra le braccia di Amber dopo averle detto: “Mamma, scusami per tutto questo”.

La Schofield, di Accrington nel Lancashire, ha pubblicato una foto del bambino con ali d’angelo per condividere la notizia con le migliaia di persone che hanno seguito la sua storia, tra cui la popstar Pink che ha donato 10.000 sterline. Nel post la donna ha scritto: “Ieri sera alle 23:14 il mio migliore amico, il mio mondo, Charlie, ha esalato il suo ultimo respiro. Si è addormentato in pace, coccolato tra le mie braccia con le braccia di papà avvolte intorno a noi. I nostri cuori sono doloranti. Il mondo ha perso un ragazzino incredibile. Charlie, mi hai dato la possibilità di essere mamma. Sei stato non solo la nostra più grande ispirazione, ma sei stato fonte d’ispirazione per migliaia di persone in tutto il mondo. Mi hai mostrato cosa significa veramente amare, Charlie. Ora è tempo di volare, sono così orgogliosa di te. Hai combattuto così tanto. Piccolo mio, mi fa tanto male. Mi mancherai per sempre. Sogni d’oro, piccolo mio”.