Chiesa anglicana: “Nozze gay potrebbero portare al divorzio Chiesa-Stato”

Pubblicato il 12 Giugno 2012 12:13 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2012 12:46

LONDRA, 12 GIU – I matrimoni gay in Gran Bretagna potrebbero portare al divorzio della Church of England dallo stato. Questa la minaccia dei vertici del clero anglicano al governo di David Cameron che giovedì chiuderà la consultazione sulla sua proposta di legalizzazione delle nozze tra omosessuali.

Se il governo darà il via libera alle nozze gay, la Chiesa di Inghilterra potrebbe dover smettere di celebrare matrimoni per conto dello stato. Un passo difficile ma necessario e che, a giudizio dei vertici del clero anglicano potrebbe creare un conflitto tra Chiesa e Stato come non si vedeva dal regno di Enrico Ottavo.

I piani per la legalizzazione sono ''forieri di divisioni'' e ''legalmente sbagliati'', sostiene la Church of England di cui la Regina Elisabetta e' governatore supremo e l'Arcivescovo di Canterbury capo spirituale. Secondo i suoi leader, il clero anglicano potrebbe essere costretto a celebrare matrimoni gay in Chiesa dalla Corte Europea per i Diritti umani a dispetto delle assicurazioni che questo non potrebbe accadere.