Ospedali pieni a causa del Covid, Chris Savage si ubriaca e si estrae i denti da solo

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 15 Ottobre 2020 14:12 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2020 14:12
Ospedali pieni a causa del Covid, Chris Savage si ubriaca e si estrae denti da solo

Ospedali pieni a causa del Covid, Chris Savage si ubriaca e si estrae i denti da solo (foto Ansa)

Storia incredibile dall’Inghilterra, Chris Savage non è riuscito a prenotare un appuntamento dal dentista per colpa del Covid così si è ubriacato e si è tolto i denti da solo.

Gli ospedali di Portsmouth  era tutti pieni a causa del Covid, così Chris Savage si è ubriacato e si è estratto i denti da solo. 

Chris Savage, 42 anni, si è strappato due denti da solo perché  non era  stato in grado di prenotare un appuntamento dal dentista a Portsmouth, Hants.

Ha eseguito l’auto odontoiatria nella sua camera da letto perché non poteva registrarsi con un dentista o prenotare un appuntamento di emergenza, dicendo che è stata  la “cosa più orribile che abbia mai fatto”.

Chris era stato in “agonia” per giorni, dicendo che il semplice tocco del dente con il suo paio di pinze arrugginite aveva provocato ondate di “dolore straziante”.

Il padre di tre bambini ha ammesso di essersi “ubriacato di brutto” buttando giù otto lattine di Stella Artois per mascherare il dolore prima di estrarre il primo dente.

Ha poi aspettato altre 24 ore per tirare fuori il secondo, questa volta sobrio. Il signor Savage, di Southsea, ha dichiarato:

“Ho finito per ubriacarmi molto la prima volta.

Nessuno vuole portare via una parte della propria faccia con un set di pinze e nessun vero antidolorifico.

Ho messo le pinze sul mio dente e il secondo che  ho fatto mi ha fatto male.

Così li ho portati via, ho aspettato cinque minuti, ho ricostruito e poi ho pensato che dovevo farlo.

È stato un vero e proprio strattone, una presa e una trazione – non c’è da ridere una volta arrivato al punto in cui ha iniziato a uscire.”

Il signor Savage ha aggiunto che sebbene non ci fosse molto sangue, ce n’era “abbastanza per fare paura” e che “valeva il rischio di infezione”.

Il racconto prosegue…

Chris non si è registrato presso un dentista dell’NHS quando si è trasferito a Portsmouth da Alton, Hants, tre anni fa.

Ha perso i suoi due denti anteriori in un incidente in bicicletta l’anno scorso e quando ha iniziato a provare dolore di recente ha chiamato circa 20 studi dentistici, nessuno dei quali stava ricevendo nuovi pazienti.

Ha quindi telefonato al 111, che lo ha indirizzato a uno studio che si era offerto volontario per fare appuntamenti di triage durante la pandemia per aiutare il NHS, ma è stato rinviato al 111 quando li ha contattati.

“E ‘stato come un enorme gioco di passare il pacco”, ha detto.

Il signor Savage si è iscritto per ricevere il Credito Universale durante il blocco, lasciandogli 50 sterline a settimana per cibo e bollette, il che significa che era riluttante a spendere le 100 sterline per dente che gli sarebbe costato rimuoverli privatamente.

Ha detto:

“Avrei potuto aspettare una settimana, prendere  in prestito denaro e farlo  in condizioni igieniche, ma non sono stato in grado di aspettare.

L’igiene è passata in secondo piano, volevo solamente estrarlo perché mi faceva troppo male e devo dire che ne è valsa la pena.

Il rumore dello squelch mentre lo tiri fuori non assomiglia a niente che abbia mai provato e ho pensato ‘ho fatto un grosso errore qui’.

Poi 10 minuti dopo c’è stato un enorme sollievo, ma non ho potuto fare il secondo.”

Un portavoce di NHS England e NHS Improvement South East ha dichiarato:

“Se un paziente è stato clinicamente valutato come bisognoso di cure urgenti che non possono essere eseguite da uno studio dentistico locale, può essere indirizzato a uno dei centri di cure odontoiatriche urgenti che rimangono in posto.” (fonte The Sun).