Cipro, la giornalista Elena Skordelli condannata: “Fece uccidere l’ex editore”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Giugno 2013 19:43 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2013 19:43
Cipro, la giornalista Elena Skordelli condannata: "Fece uccidere l'ex editore"

Cipro, la giornalista Elena Skordelli condannata: “Fece uccidere l’ex editore” (Foto Lapresse)

NICOSIA – Una vendetta per essere stata licenziata. Per questo la giornalista cipriota, notissima in patria, Elena Skordelli avrebbe commissionato l’omicidio del suo ex editore Antis Hajicostis. I quattro imputati nel processo per l’omicidio dell’editore , direttore generale dell’impero editoriale Dias, ucciso la sera dell’11 gennaio 2010 a Nicosia, sono stati riconosciuti colpevoli e condannati all’ergastolo dalla Corte di Assise di Nicosia.

I quattro sono Elena Skordelli, 44 anni, notissima ex presentatrice della tv greco-cipriota Sigma; suo fratello, il giornalista Anastasios Krasopoulis, 39, che erano accusati di essere i mandanti; Gregoris Xenofontos, 31, ritenuto l’esecutore del delitto, e Andreas Georgiou, 35, accusato di complicita’.

Un quinto imputato, Fanos Hadjigeorgiou, che guidava la potente moto con cui l’assassino fuggi’, ha collaborato con gli inquirenti ed e’ ora sotto la protezione della polizia. L’arma del delitto – il primo omicidio su commissione mai avvenuto su quest’isola – non e’ mai stata ritrovata. Antis Hadjicostis, che aveva 41 anni, venne raggiunto da due colpi di fucile dopo essere sceso dall’auto davanti alla sua casa a pochi passi dalle supersorvegliate ambasciate di Usa, Russia ed Egitto. Secondo l’accusa, Elena Skordelli avrebbe ordinato l’uccisione dell’editore per vendicarsi del fatto di essere stata licenziata e per prendere il controllo azionario della Sigma Tv di cui aveva già il 20% delle quote.