Cronaca Europa

Colonia, sindaco accusa la polizia: “Caos migranti, avete rinunciato al controllo”

Colonia-sindaco-contro-polizia

Colonia, sindaco accusa la polizia: “Caos migranti, avete rinunciato al controllo”

COLONIA – Dura accusa del sindaco di Colonia alla polizia che “ha rinunciato al controllo della zona” in cui i richiedenti asilo spacciano droga, dopo uno scontro mortale tra migranti africani.
La critica è arrivata a seguito dell’accoltellamento di un 22enne africano morto in una lotta tra migranti africani sull’Ebertplatz a Innenstadt, primo distretto urbano di Colonia. Sono stati arrestati tre giovani di 22, 23 e 25 anni.

Andreas Hupke, sindaco di Innenstadt, ha dichiarato che la polizia dopo le aggressioni sessuali di massa nel corso della vigilia di Capodanno del 2015, si è concentrata sulla stazione centrale di Colonia, lasciando che i criminali prendessero il controllo di altre zone del centro della città. “Non si può andare avanti in questo modo. Da molto tempo Ebertplatz è un problema. I recenti episodi sono una prova terribile di quanto affermato dalla polizia, ossia che non possono risolvere il problema da soli” ha affermato Hupke, secondo quanto scrive The Local.

Hupke, politico dei Verdi, ha aggiunto che la polizia ha “abbandonato il controllo di Ebertplatz”, una piazza tristemente nota per lo spaccio di droga. La polizia riferisce che è frequentata in particolare da giovani, molti dei quali non sono cittadini tedeschi.

Il quotidiano locale The Express riferisce che i frequentatori sono “giovani dell’Africa settentrionale e subsahariana, alcuni spacciatori arrivano dai centri d’accoglienza di tutto il Paese”. Sempre la polizia definisce la piazza come un “Angstraum”, termine che letteralmente si traduce in “stanza della paura” e che è usato per descrivere uno spazio urbano dove è diffusa la sensazione di trovarsi sotto minaccia o rimanere vittime di un crimine, come nei sottopassaggi non illuminati o i parcheggi senza sorveglianza.

To Top