“Compagno Bala”, maoista: l’aguzzino delle donne schiave di Londra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Novembre 2013 14:53 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2013 14:53
"Compagno Bala",

“Compagno Bala”,

LONDRA – Erano maoisti, i due aguzzini, i due carcerieri che hanno tenuto in schiavitù tre donne per trent’anni a Londra. Una coppia, lui e lei entrambi di 67 anni. Quando una settimana fa le tre donne, le tre schiave, sono fuggite dalla casa, con l’aiuto di una associazione di carità con cui erano entrate in  contatto, un detective di Scotland Yard ha affermato: “Nella mia carriera non avevo mai incontrato un caso di donne tenute in schiavitù per 30 anni”.

Lui, il carceriere, Arvindan Balakrishnan, il “compagno Bala”, un ex-militante maoista già espulso dal partito leninista d’Inghilterra per attività cospirative; lei originaira della Tanzania, altra figura di rilievo del Mao Zedong Memorial Centre.

Soprannominato “compagno Bala” o “presidente Ari” (allusione al presidente Mao), Arvindan Balakrishnan viene descritto “come un piccolo uomo dotato di grande sicurezza in se stesso e di un certo carisma”. Ora i media inglesi hanno scoperto foto, filmati e articoli su di lui che risalgono al 1978, quando un’altra donna del suo gruppuscolo, Sian Davis, 44 anni, morì cadendo dalla finestra del bagno della casa in cui la setta abitava. Sempre negli anni ’70 la polizia chiuse una libreria del suo movimento perché accusata di nascondere materiale sovversivo. Poi cosa sia successo, e perché il compagno Bela abbia sequestrato le tre donne è ancora un mistero.

Un mistero nel mistero. Una delle tre donne, Josephine Herivel, 59 anni, è figlia di John Herivel, un matematico nord-irlandese che fu una delle figure chiave nella squadra di decrittatori di Bletchley Park che aiutò gli Alleati a sconfiggere il Terzo Reich nel secondo conflitto mondiale. Reclutato nel 1940 dalla Cambridge University, dove allora insegnava, lo studioso lavorò con un altro grande matematico inglese, Alan Turing, alla base segreta dello spionaggio britannico a Bletchley Park, e viene considerato il principale artefice della decifrazione del Codice Enigma