Copenaghen, esplosione nella sede dell’Agenzia delle Entrate

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Agosto 2019 9:47 | Ultimo aggiornamento: 7 Agosto 2019 12:42
Esplosione a Copenhagen

(Foto d’archivio)

COPENAGHEN – Esplosione alla sede dell’Agenzia delle entrate danese a Copenhagen. Il violento scoppio ha distrutto la porta d’ingresso centrale e ha mandato in frantumi i vetri delle finestre della facciata. 

L’esplosione è avvenuta la sera di martedì 6 agosto, introno alle 22, mentre all’interno dell’edificio erano presenti due persone, una di loro è rimasta lievemente ferita. 

Secondo quanto reso noto dal capo della polizia, Jorgen Bergen Skov, non si sarebbe trattato di un incidente. L’esplosione è avvenuta davanti al palazzo dell’Agenzia, vicino alla stazione ferroviaria di Nordhavn. “E’ ancora troppo presto per dire chi potrebbero essere i responsabili, ma noi trattiamo questo episodio molto seriamente e abbiamo avviato un’indagine approfondita – ha detto Skov -. Non possiamo e non vogliamo accettare una simile azione”. La persona ferita si trovava vicino all’ingresso della stazione ferroviaria.

Il ministro per le politiche fiscali, Morten Bodskov, ha definito la vicenda “completamente inaccettabile”, visitando questa mattina il luogo dell’incidente. “Non si tratta di un semplice scherzo”, ha detto alla tv Dr, “è stata un’esplosione molto, molto violenza, c’è qualcuno dietro”.

Un testimone che vive nella zona ha detto che la deflagrazione ha avuto effetti “simile ad un piccolo terremoto”, facendo tremare il suo appartamento. (Fonti: Agi, The Local)