Coronavirus, il bimbo positivo che ha incontrato 172 persone e non ha contagiato nessuno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Aprile 2020 13:17 | Ultimo aggiornamento: 22 Aprile 2020 13:17
Coronavirus, il bimbo positivo che ha incontrato 172 persone e non ha contagiato nessuno

Coronavirus, il bimbo positivo che ha incontrato 172 persone e non ha contagiato nessuno (Foto Ansa)

ROMA – In Francia un bambino di 9 anni positivo al coronavirus ha incontrato 172 persone e non ha contagiato nessuno.

Il caso è oggetto di uno studio pubblicato dal Public Health France.

Il bambino è collegato al caso di Steve Walsh, primo positivo al coronavirus in Gran Bretagna.

Il piccolo infatti ha contratto il Covid-19 ed era tra un gruppo di casi collegati a Steve Walsh, l’uomo d’affari di Hove diventato il primo britannico positivo al coronavirus dopo una conferenza lo scorso gennaio a Singapore.

Walsh avrebbe trasmesso l’infezione quando è stato in uno chalet nella località sciistica di Contamines-Montjoie, nella regione francese dell’Alta Savoia.

La maggior parte degli ospiti di quello chalet ha contratto il coronavirus, ma secondo l’indagine di Public Health France il bambino di nove anni positivo non lo ha trasmesso a nessuno dei suoi fratelli né a chiunque altro.

Non solo, dai risultati dei test a cui era stato sottoposto, il bambino era risultato positivo non solo al coronavirus, ma anche all’influenza stagionale e al raffreddore.

Entrambi i suoi fratelli hanno preso le ultime infezioni, nessuno dei due il coronavirus.

Coronavirus, bastano 2 settimane di quarantena?

Ancora positiva al Sars-Cov2 dopo 55 giorni, un caso definito dai medici “quasi unico” in Italia.

Questo l’esito dell’ultimo tampone eseguito il 16 aprile su una paziente ricoverata nel reparto di Malattie infettive del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, una ragazza di 23 anni entrata in ospedale il 28 febbraio e in isolamento da 55 giorni.

A raccontare questa storia è l’edizione bolognese del Resto del Carlino.

Dall’arrivo in reparto, spiega al quotidiano l’infettivologo del Sant’Orsola Luciano Attard, la paziente “dopo quattro giorni stava bene, ma i tamponi sono ancora positivi”.

“La stiamo studiando attentamente – spiega Attard – A quanto ci risulta, nessun altro in Italia è rimasto positivo ai tamponi così a lungo. Usualmente la positività non supera le quattro settimane”. (Fonti Fanpage e Il Resto del Carlino).