Coronavirus, in Europa è già arrivata la seconda ondata?

di Caterina Galloni
Pubblicato il 7 Agosto 2020 7:14 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2020 18:21
Coronavirus, foto d'archivio Ansa

Coronavirus, in Europa è già arrivata la seconda ondata? (foto Ansa)

In Europa è già in atto la temuta seconda ondata?

La Spagna in diverse regioni ha reintrodotto il lockdown, in Grecia c’è un preoccupante aumento dei casi positivi, in Germania il coronavirus è “più attivo” e, infine, sembra che la Francia “possa perdere il controllo sul pandemia da un momento all’altro”.

L’Italia – che ha registrato un numero record di decessi – per ora è riuscita a evitare un aumento di contagi, ma nel porto di Civitavecchia, a Roma, due navi da crociera sono attualmente sottoposte a quarantena.

Susanne Johna, a capo dell’Associazione dei medici tedeschi, ha dichiarato che la Germania è già nel mezzo di una seconda ondata poiché molti cittadini non hanno rispettato le regole di distanziamento sociale.

In Francia, il principale comitato scientifico del paese, ha avvertito che il virus “potrebbe in ogni momento ribaltare uno scenario relativamente sotto controllo”.

Durante lo scorso fine settimana, la Spagna ha registrato 8.500 nuovi casi. A Maiorca è stato chiuso un resort all-inclusive e in due città a nord di Madrid è stato reintrodotto un rigido lockdown.

In Grecia, dopo aver registrato mercoledì 121 nuovi casi – il più alto livello di contagi dal 22 aprile – il primo ministro ha esortato il Paese a rispettare il distanziamento sociale. Il Daily Mail ha pubblicato il numero di casi positivi segnalati in ciascun paese europeo.

La media mobile di sette giorni per ciascuna nazione rispetto a due settimane fa, il 22 luglio:

Spagna: 3.172/1.437

Germania: 733/460

Belgio: 555/198

Finlandia: 11/10

Grecia: 82/24

Francia: 1.219 / 719

Irlanda: 46/19

Italia: 276/218

Regno Unito: 801/638

Lussemburgo: 77/104 (Fonte: Daily Mail).