Coronavirus Francia, Macron arruola migliaia di militari per gestire l’emergenza

di Caterina Galloni
Pubblicato il 18 Marzo 2020 7:12 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2020 18:22
Macron, Ansa

Coronavirus Francia, Macron arruola migliaia di militari per gestire l’emergenza (foto Ansa)

ROMA – In Francia dopo l’annuncio di Emmanuel Macron sul lockdown di 14 giorni sono stati arruolati migliaia di militari che aiuteranno la polizia a gestire il divieto degli spostamenti così da frenare la diffusione del coronavirus.

Il presidente francese, anche se non lo dice, ha seguito il modello italiano in base al quale i cittadini per uscire di casa devono munirsi di autocertificazione. Macron, dopo aver dichiarato guerra al Covid-19 e imposto severi controlli ai francesi, ha esortato la popolazione a rimanere a casa per 14 giorni.

Le restrizioni includono un coprifuoco a partire dalle 18:00, e il presidente nel discorso alla nazione ha invitato a limitare le uscite solo per motivi di lavoro o per fare la spesa, ammettendo al contempo di non poter “prevedere per quanto tempo andrà avanti l’attuale situazione”.

Durante la quarantena, saranno sospese le bollette di gas, elettricità, acqua e affitti e da ieri il Paese ha chiuso le frontiere d’ingresso dell’Unione europea e dello spazio Schengen per 30 giorni, già proposta dalla presidente della Commissione Ursula von der Leyen.

Finora in Francia sono stati registrati più di 6.000 contagi e 148 decessi. Nonostante i francesi debbano affrontare pesanti multe per aver infranto le nuove regole, domenica scorsa in molti sono andati nei parchi e in altri spazi pubblici in tutto il paese, sollevando preoccupazione tra le autorità sanitarie: ritengono che sia difficile imporre gli avvertimenti, secondo quanto riportato dal Daily Express.

Nel discorso televisivo in diretta alla nazione, Macron ha promesso che nessuna azienda francese sarà esposta al rischio di crollo ed ha annunciato miliardi di euro in prestiti per mantenere a galla le imprese. Hotel e altre aziende private saranno requisiti dallo stato così da poter essere utilizzati come strutture per curare i pazienti affetti da Covid-19.

Il ministro degli interni Christophe Castaner ha avvertito che in Francia, chiunque esca di casa “per un motivo qualsiasi ” dovrà avere con sé l’autocertificazione. In caso contrario rischia una multa di 38 euro dai 100.000 poliziotti e militari presenti sulle strade.

Castaner ha affermato che le persone che svolgono “professioni essenziali” possono spostarsi, inclusi gli operatori sanitari e postali ma per il resto pochi altri. I francesi dovranno invece scrivere sull’autocertificazione, “vado a comprare una baguette” o “porto a passeggiare il cane” ogni volta che escono di casa. “Si può continuare a praticare un’attività fisica o portare fuori il nostro cane, ma va fatto con moderazione e senza incontrarsi in gruppo” ha spiegato il ministro.

Fonte: Mirror.