Coronavirus, la Germania riapre, annuncia Merkel: economia lunedì 20, scuole a maggio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Aprile 2020 20:07 | Ultimo aggiornamento: 15 Aprile 2020 20:21
Coronavirus Germania riapre: negozi dal 20 aprile, scuola dal 4 maggio

Coronavirus Germania riapre: negozi dal 20 aprile, scuola dal 4 maggio (Angela Merkerl, foto archivio ANSA)

ROMA – Coronavirus, la Germania riapre. L’annuncio è del cancelliere tedesco Angela Merkel. La notizia è stata diffusa dal Wall Street Journal. Battendo sul tempo tutto il mondo (la Cina non conta, perché nessuno crede ai cinesi), la Germania comincerà a riaprire l’economia a partire da lunedì 20 aprile. Le scuole cominceranno a riaprire dal 4 maggio, con gradualità.

Non è ben chiaro, finora, cosa riaprirà perché non è stato specificato cosa è stato chiuso e cosa è rimasto aperto. In questo senso, anche per l’Italia si può dire che una parte della attività economica, una lunga serie di industrie, non ha mai chiuso.

La guerra in Italia è alle grigliate in terrazza e alle nuotate in mare e alle passeggiate in spiaggia. Ma nella sostanza, molte aziende, incluse quelle che proprio lavorano come componentistica di quelle tedesche, hanno continuato a produrre.

La Merkel in conferenza stampa da Berlino ha dichiarato: “Contro il coronavirus abbiamo un fragile successo provvisorio, né più, né meno. E si tratta di un successo molto fragile. La direzione è buona, ma non abbiamo molto margine di manovra”.

Il prossimo passo di Berlino è quello di seguire le catene di contagi: “Se adesso permettiamo, a piccoli passi, più spazio alla vita pubblica, è molto importante seguire le catene di contagio del Coronavirus ancora meglio”. A questa affermazione ha fatto eco il ministro presidente della Baviera, Markus Soeder, il quale ha sottolineato che “in Italia il dramma è stato proprio che non si sia più potuto seguire le catene di contagio, e a questo è seguita una diffusione del tutto incontrollata”.

Da lunedì 20 aprile potranno riaprire i negozi con una superficie fino a 800 metri quadrati, ma resteranno chiusi i ristoranti e permane il divieto di viaggi privati sia nel paese, che per visite ai parenti. Ciò vale anche per i concessionari di automobili, i rivenditori di biciclette e le librerie, come l’agenzia di stampa tedesca DPA ha appreso dalle consultazioni del Primo Ministro con il governo federale.

Dal 4 maggio, riapriranno gradualmente le scuole. A ritornare fra i banchi saranno in prima battuta i ragazzi delle scuole superiori, che devono affrontare gli esami di fine anno, e gli alunni delle classi di fine ciclo delle elementari. Ogni scuola avrà bisogno di un piano igienico.

Entro il 29 aprile, alla conferenza dei ministri dell’Istruzione, si dovrà prevedere un piano che permetta di tenere le lezioni “in condizioni di igiene particolari” e nel rispetto di “misure protettive”. Stando alla decisione presa si “dovranno rispettare le distanze” anche prevedendo “lezioni per gruppi di scolari”.

Restano vietati fino al 31 agosto gli eventi principali: sono interessate anche le partite di calcio con spettatori, mentre quelle a porte chiuse no. 

No all’obbligo di indossare la mascherina: si tratta solo di una raccomandazione “urgente” di indossarla in luoghi pubblici e negozi.

Il 30 aprile il Primo Ministro e cancelliere Angela Merkel discuteranno  di ulteriori allentamenti alle misure restrittive ad oggi in vigore. (Fonti: Wall Street Journal, ANSA, Bild)