Coronavirus, Luis Sepúlveda sta male ma non è in coma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2020 20:29 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2020 9:47
Coronavirus, Luis Sepúlveda è in coma con la respirazione assistita

Coronavirus, Luis Sepúlveda è in coma con la respirazione assistita (foto ANSA)

ROMA – Luis Sepúlveda è in gravi condizioni ma non è in coma. Ieri, 11 marzo, circolava la notizia che lo scrittore cileno, 70 anni, si trovasse in stato di coma con la respirazione assistita, nell’Ospedale Universitario Centrale delle Asturie ad Oviedo, in Spagna.  

La notizia del coma è stata smentita dalla moglie dello scrittore: “Questo è assolutamente falso. È stato sedato dai medici, mai in coma”. Ha poi aggiunto che il marito ha già recuperato la capacità respiratoria in un polmone dopo le complicazioni della malattia, ed è “sulla buona strada” per recuperare l’altro. Infine,  Yáñez ha sottolineato che i medici parlano di un lento recupero, che progredrisce giorno dopo giorno.

Lo scrittore, autore di capolavori come “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” e del “Il vecchio che leggeva storie d’amore”, ha contratto il virus durante la sua partecipazione ad un festival della letteratura che si è tenuto dal 18 febbraio per cinque giorni a Povoa de Varzim, vicino Porto.

Al rientro a Gijón, nelle Asturie, il 70enne ha iniziato a manifestare i sintomi della sindrome respiratoria da nuovo coronavirus ed è stato ricoverato in ospedale il 27 febbraio. La moglie, la poetessa Carmen Yáñez, di 66 anni, non è in condizioni gravi.

Ad oggi la Spagna è una delle nazioni più colpite in Europa dal Coronavirus. Nella giornata di oggi le autorità sanitarie del paese hanno confermato un totale di 47 decessi e oltre 2000 infetti dal nuovo virus; oltre la metà dei casi è nella Comunità di Madrid. (fonte FANPAGE)