Coronavirus, il numero “vero” dei morti nel Regno Unito è molto più alto delle cifre ufficiali

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Giugno 2020 15:51 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2020 16:02
Coronavirus, il numero "vero" dei morti nel Regno Unito è molto più alto delle cifre ufficiali

Coronavirus, il numero “vero” dei morti nel Regno Unito è molto più alto delle cifre ufficiali (nella foto ANSA il Primo ministro Boris Johnson)

LONDRA – Il numero di decessi in eccesso associati al coronavirus è salito a 64mila nel Regno Unito.

Questi sono gli ultimi dati rilasciati dall’Ufficio di statistica nazionale (Ons) britannico.

I decessi in eccesso, scrive il tabloid britannico Mirror, includono le morti la cui causa certa è stato il Covid-19, quelle probabilmente causate dal coronavirus anche se ciò non è specificato sul certificato di morte, e quelle che sono avvenute come conseguenza della crisi sanitaria, come per esempio i casi di persone che non hanno potuto ricevere un trattamento medico fondamentale.

L’Ons ha anche comunicato che il numero di morti alla fine di maggio, ovvero durante la ventiduesima settimana del lockdown, è stato minore di quello della settimana precedente, ma comunque più alto del 20,2 per cento rispetto alla media degli ultimi cinque anni per quella stessa settimana.

I dati mostrano anche che il 18,5 per cento dei decessi avvenuti nella ventiduesima settimana del blocco sono stati causati dal coronavirus.

Coronavirus, picco minimo di morti nel Regno Unito

Nella giornata di ieri, 8 giugno, è calato ancora l’incremento giornaliero di decessi da coronavirus nel Regno Unito, con 55 morti censiti nelle ultime 24 ore contro i 77 del 7 giugno, al livello di gran lunga più basso fin dall’inizio della pandemia e con la Scozia a quota zero per il secondo giorno di fila.

Lo rende noto il ministero della Sanità britannico.

I dati riferiti ai fine settimana sono più bassi in genere nel Regno a causa di parziali ritardi nella raccolta statistica; mai, tuttavia, vi erano stati meno di 100 morti nei weekend precedenti. (fonti MIRROR, ANSA)