Coronavirus, niente quarantena dopo vacanza in Italia per la nipote della regina Elisabetta e il marito

di Caterina Galloni
Pubblicato il 27 Febbraio 2020 13:15 | Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio 2020 13:15
zara tindall mike tindall ansa

Coronavirus, niente quarantena per la nipote della regina Elisabetta Zara Tindall (nella foto Ansa insieme al marito Mike)

ROMA – La nipote della regina Elisabetta Zara Tindall, e il marito Mike Tindall, non hanno ceduto al panico coronavirus: rientrati nel Regno Unito dopo una settimana bianca in Italia, a Bormio, non hanno optato per l’autoquarantena.  

Un portavoce della coppia ha dichiarato che seguono gli avvertimenti ufficiali del Governo e del ministero della Salute, ma poiché al momento non hanno alcun sintomo non si autoisoleranno.

Mercoledì scorso, Nick Robinson del canale britannico Radio 4 ha dichiarato di essere stato in autoquarantena per due giorni dopo essere tornato da una vacanza in Vietnam e in Cambogia.
Il conduttore della BBC, 56 anni, ha dichiarato di aver seguito il “controllo precauzionale di routine”.

Jon Snow, giornalista di Channel 4, martedì scorso ha annunciato che per precauzione avrebbe trascorso due settimane in quarantena: era stato in Iran per le elezioni che si stavano svolgendo nella nazione. Ha tuttavia precisato di non avere alcun sintomo del virus, tra cui febbre, tosse e mal di gola.

L’FCO, scrive il Mirror, sconsiglia tutti i viaggi, tranne quelli indispensabili, in 10 piccole città della Lombardia: Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano e una in Veneto, Vo ‘ Euganeo, isolate dalle autorità italiane poiché colpite dall’emergenza Covid-19.

Ogni anno, circa tre milioni di cittadini britannici visitano l’Italia.

Fonte: Daily Mail