Coronavirus, nel Regno Unito carta igienica a ruba: i supermercati mettono un tetto agli acquisti

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Marzo 2020 7:00 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2020 20:17
Coronavirus, nel Regno Unito carta igienica a ruba: i supermercati mettono un tetto agli acquisti

Coronavirus, nel Regno Unito carta igienica a ruba: i supermercati mettono un tetto agli acquisti (Foto archivio Ansa)

LONRDA  –  Nel Regno Unito del premier Boris Johnson, l’unico capo di governo a fare come se l’epidemia da coronavirus non esistesse, gli abitanti hanno le stesse paure di europei e americani e hanno preso d’assalto i supermercati, realmente e virtualmente con le spese online. E così le principali catene si ritrovano in difficoltà e mettono un tetto agli acquisti. A partire dalla carta igienica, andata esaurita in molti supermercati.

L’attesa per avere la spesa a casa per chi è in auto-isolamento è di oltre una settimana, ha riferito il Times, sottolineando che le catene sono pronte ad agire di concerto per riuscire a fare le consegne. 

“Se si arriva a una situazione di emergenza per catene come Tesco, Morrisons e Sainsbury, allora condivideremo magazzini e furgoni, ma potrebbe esserci ancora una questione di forza lavoro”, ha sottolineato un dirigente. Ocado ha annunciato ieri ai clienti con una mail di aver dovuto temporaneamente sospendere l’app per fare ordini on-line a causa della quantità di richieste, invitando a usare il sito.

Intanto cominciano a fare capolino gli scaffali vuoti: nei supermercati i settori con cibi in scatola, così come quelli di saponi e carta igienica sono stati razziati, e sono spuntati avvisi che limitano l’acquisto a tre pezzi per persona. (Fonti: Agi, Daily Mail, Mirror)