Coronavirus, in Spagna più morti che in Cina. Ieri 738 vittime in 24 ore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Marzo 2020 12:51 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2020 12:54
Coronavirus, in Spagna più morti che in Cina. Ieri 738 vittime in 24 ore

L’esterno del Palazzo del ghiaccio a Madrid che nei prossimi giorni verrà usato come morgue (Ansa)

ROMA – Il bilancio dei morti per coronavirus in Spagna supera quello della Cina. 3,434 morti in totale, 738 vittime solo nelle ultime 24 ore. 

Di cui 290 a Madrid, giunta a un totale di 1.825 deceduti nel’area metropolitana dall’inizio dell’epidemia, il 53,15% del totale delle vittime in Spagna. 

I casi confermati nel Paese salgono oggi ad un totale di 47.610, con 7.937 nuovi contagi. Secondo il governo entro la fine della settimana si dovrebbero vedere gli effetti dell’isolamento. 

L’Esercito chiama in aiuto la Nato

Le forze armate spagnole hanno chiesto aiuto alla Nato per far fronte alla crisi dovuta al coronavirus. Lo rende noto in un comunicato la stessa Alleanza Atlantica, affermando che la Spagna ha invocato “assistenza internazionale” chiedendo materiale medico per contrastare la diffusione del virus, sia fra i civili sia fra i militari. Nello specifico la richiesta riguarda 450mila respiratori, 500mila test rapidi per la diagnostica e 1,5 milioni di mascherine.

La Spagna sta assistendo ad una diffusione dell’epidemia ancor più rapida ed estesa rispetto a Italia e Cina, fino a pochi giorni fa i due grandi malati del mondo. In uno scenario praticamente di guerra, con i medici stremati, contagiati a migliaia, e i cittadini più fragili, gli anziani, che in diversi casi vengono abbandonati a se stessi.

Il contagio corre più veloce che in Italia o in Cina

In Italia, tra l’altro, la maggioranza di contagi e vittime è concentrata al nord, mentre in Spagna si sta allargando con velocità impressionante in tutte le regioni.

In Italia, anche se il numero quotidiano delle vittime è tornato ad aumentare, c’è un rallentamento nei nuovi contagi. Inoltre da noi i primi 1.000 decessi erano raddoppiati con un giorno in più rispetto a quanto successo in Spagna.

E nella comunità di Madrid ci sono voluti meno di 15 giorni per arrivare a 1.263 morti, rispetto ai 4.000 della Lombardia in 25 giorni e ai 2.000 di Wuhan in 35 giorni. (fonte Ansa)