Francia, suicida il medico sportivo dello Stade Reims: era positivo al coronavirus

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Aprile 2020 10:50 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2020 10:50
Francia, suicida il medico sportivo dello Stade Reims: era positivo al coronavirus

Francia, suicida il medico sportivo dello Stade Reims: era positivo al coronavirus (Foto Ansa)

PARIGI  –  Il calcio francese in lutto per il suicidio di Bernard Gonzalez, 60 anni, medico sportivo dello Stade Reims. Gonzalez era in quarantena in casa insieme alla moglie: entrambi erano risultati positivi al coronavirus. E il suo suicidio sarebbe legato proprio al contagio, scrive Le Parisien. 

Il medico ha infatti lasciato una lettera in cui ha spiegato i motivi del gesto. 

“Siamo sconvolti per la notizia e per il dolore – ha scritto la società in una nota ufficiale firmata dal presidente, Jean-Pierre Caillot -. Lo Stade Reims piange il dottor Bernard Gonzalez. Quello del club, ma anche di centinaia di abitanti di Reims di tutte le età. Era qui da 23 anni, ha sempre lavorato con professionalità e passione. Mi mancano le parole ed è durissimo annunciare una cosa del genere”.

Anche il sindaco di Reims, Arnaud Robinet, che di Gonzalez era un amico, ha espresso il proprio cordoglio: “Rivolgo un pensiero commosso ai suoi genitori, a sua moglie, alla sua famiglia. È una vittima collaterale di Covid-19. So che ha lasciato un biglietto per spiegare il suo gesto. Ma ignoro il suo contenuto”. 

Coronavirus, i contagi in Francia

Secondo gli ultimi dati di domenica 5 aprile, sono 5.889 i morti negli ospedali francesi per il coronavirus, con un aumento di 357 nelle ultime 24 ore. A questi si aggiungono i 2.189 morti degli ospizi, decessi avvenuti dal primo marzo, ma i cui dati stanno affluendo gradualmente negli ultimi giorni.

I ricoverati sono 28.891, 748 più di ieri. I pazienti in rianimazione sono 6.978 (390 entrati da ieri, 250 usciti), con un saldo di 140 pazienti supplementari nelle ultime 24 ore. Una cifra, fa notare la direzione della Sanità, che resta positiva ma che si riduce giorno dopo giorno. (Fonti: Le Parisien, Ansa)