Cristiano Ronaldo presto in tribunale per le accuse di violenza di Kathryn Mayorga

di Caterina Galloni
Pubblicato il 5 Ottobre 2020 12:17 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2020 12:17
Cristiano Ronaldo presto in tribunale per le accuse di violenza di Kathryn Mayorga

Cristiano Ronaldo presto in tribunale per le accuse di violenza di Kathryn Mayorga (foto Ansa)

Entro dicembre, Cristiano Ronaldo tornerà in tribunale per affrontare Kathryn Mayorga che ha accusato di stup*o l’asso del calcio e ora, in una causa civile, chiede più di $ 200.000 di risarcimento.

A riportare la notizia è il Sun. Un giudice di Las Vegas si è pronunciato contro Cristiano Ronaldo e ha ordinato che venga fissata una data del processo per decidere entro dicembre.

Kathryn Mayorga, 35 anni, sostiene che quando nel 2010 ha accettato $ 375.000 in cambio del silenzio sulla vicenda, soffriva di disturbo da stress post-traumatico e non era in grado di firmare un accordo di riservatezza.

Mayorga ora vuole intentare una nuova azione civile contro Ronaldo per altri altri $ 220.000 di risarcimento.

Afferma che a giugno 2009, l’asso della Juventus l’avrebbe aggredita a Las Vegas in una camera del Vegas Palms Casino Resort.

Ronaldo ha sempre respinto fermamente le affermazioni di Mayorga, bollandole come “fake news”.

All’epoca la modella lavorava nella discoteca del resort e aveva incontrato il calciatore nell’area VIP del locale.

Dopo essere tornato nella sua suite all’attico, Mayorga afferma che nelle prime ore del mattino Ronaldo l’ha invitata in una vasca idromassaggio sul balcone della sua stanza.

Secondo i documenti legali, Mayorga aveva baciato Ronaldo ma si era rifiutata di avere un rapporto se*suale.

Ma “Cristiano Ronaldo ha trascinato la donna in una camera da letto e ha tentato di avere dei rapporti”. Mayorga sostiene di aver rifiutato, avrebbe cercato di coprirsi e poi gridato “No”.

Nei documenti è aggiunto:

“Quando Cristiano Ronaldo ha completato l’aggressione ses*uale, le ha permesso di lasciare la camera da letto affermando che gli dispiaceva, di solito era un gentiluomo”.

Il giorno successivo Mayorga ha denunciato il presunto reato alla polizia di Las Vegas ma ha rifiutato di nominare Ronaldo. Successivamente ha deciso di perseguirlo legalmente e ha firmato l’accordo di non divulgazione nel gennaio 2010.

Ma nel settembre 2018, quando è scoppiato il movimento #MeToo, Mayorga ha rotto l’accordo rilasciando un’intervista.

La polizia di Las Vegas ha riaperto il caso, ma i pubblici ministeri hanno successivamente annunciato che Ronaldo non avrebbe dovuto affrontare accuse penali poiché le affermazioni “non possono essere provate oltre ogni ragionevole dubbio”.

Mayorga ha dunque deciso di intentare una causa civile contro Ronaldo, chiedendo un risarcimento di più di $ 200.000.

Sul fatto che la modella fosse mentalmente instabile al momento della firma dell’accordo per mantenere il silenzio, il giudice Jennifer Dorsey ha dichiarato:

“Mayorga fornisce dichiarazioni scritte sia di uno psichiatra che di un terapeuta che l’hanno curata negli ultimi cinque anni sulla presunta violenza ses*uale.

“Sostengono che al momento della firma fosse mentalmente incapace”.

I team legali di Ronaldo e Mayorga ora hanno tempo fino al 30 novembre per incontrarsi e fissare una data per il processo. (Fonte: Sun)