Croazia, minacce di morte per l’ex presidente Mesic

Pubblicato il 27 Aprile 2010 16:01 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2010 16:18

L’ex presidente croato, Stjepan Mesic, minacciato di morte su Facebook. Il politico potrebbe essere finito nel mirino di gruppo di estremisti e nazionalisti serbi.

“Morte a Stipe Mesic” è il nome di un gruppo apparso su Facebook a gennaio, quando Mesic era ancora presidente della Croazia. La pagina è stata rimossa solo il 26 aprile dopo una serie di denunce.

Il gruppo aveva quasi 5000 membri, in maggioranza dal Kosovo, che nei loro commenti inneggiavano al movimento nazionalista e antipartigiano dei cetnici serbi attivo durante la Seconda guerra mondiale. Nei giorni scorsi Mesic ha ricevuto alcune lettere minatorie per le quali ha presentato denuncia alla polizia. “Non ho paura, si tratta di imbecilli legati alle frange nazionaliste serbe, alcune lettere arrivano anche dai nazionalisti e neofascisti croati, alcune invece da squilibrati”, ha detto Mesic, aggiungendo che se sono i neofascisti croati e serbi a minacciarlo “allora significa che io sono sulla strada giusta”.

“Anche da quando non sono più presidente continuo a ricevere minacce, mi sono stufato e ho deciso di informare la polizia”, ha concluso.

Quando l’ex presidente ha notato l’esistenza del gruppo su Facebook, ha informato la polizia che adesso sta indagando per scoprire chi sia l’iniziatore. Questa non è la prima volta che Mesic riceve minacce o insulti di vario tipo. L’anno scorso ha ricevuto sei lettere minatorie, ma le autorità croate non sono riuscite a risalire ai mittenti.