Danimarca, ossessionata dall’Isis uccide madre a coltellate

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Settembre 2015 18:11 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2015 18:12
Danimarca, ossessionata dall'Isis uccide madre a coltellate

Danimarca, ossessionata dall’Isis uccide madre a coltellate

ROMA – Era ossessionata dai video violenti dell’Isis e così, dopo essersi invaghita di un iracheno, ha progettato l’omicidio della madre. Venti coltellate, insieme al fidanzato, per non sentire più quella madre che la spronava a cercare amicizie sane, fuori dagli ambienti radicali islamici. E’ successo in Danimarca, a Kvissel, e cosa ancora più sorprendente è l’età della giovane assassina: 15 anni. L’omicidio risale a un anno fa, ora i due sono stati condannati: 9 anni alla ragazza, 13 al fidanzato.

Lisa Borch è una bella ragazzina bionda con gli occhi azzurri. Negli ultimi tempi aveva iniziato una relazione con un iracheno di 29 anni, Bakthiar Mohammed Abdulla. Lisa si interessa all’Islam, a quello più radicale, e all’Isis. Non solo: su internet cerca ossessivamente i video delle esecuzioni e delle torture dei miliziani, in particolare i filmati relativi alle decapitazioni degli ostaggi David Haines e Alan Henning.

Dopo il brutale omicidio Lisa ha chiamato la polizia: “Ho sentito mia madre urlare – ha raccontato la ragazza – Ho guardato fuori dalla finestra e ho visto un uomo bianco in fuga. Venite qui, vi prego, c’è sangue dappertutto”.

Una volta arrivati in casa gli agenti sono rimasti sconvolti nel constatare l’assoluta freddezza della ragazza: stava comodamente guardando filmati su YouTube in salotto. Da lì i primi sospetti.

“Si tratta di un omicidio a sangue freddo – ha detto il procuratore Karina Skou – C’era un piano tra i due per uccidere la madre della ragazza che continuava a scongiurare la figlia di allontanarsi da quell’ambiente. Il costante processo di radicalizzazione è stata la causa della morte della donna”.