David Hayes, 53 anni su sedia a rotelle. Per diagnosi sbagliata, ora cammina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 ottobre 2014 19:33 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2014 19:33

ROMA – Ha 58 anni e di questi 53 ne ha trascorsi su una sedia a rotelle. Ma la diagnosi fatta oltre mezzo secolo fa a David Hayes era sbagliata. La sua non era una patologia invalidante che lo avrebbe costretto sulla sedia a rotelle a vita. Così, dopo due interventi e tanta fisioterapia Hayes, ora, sta imparando a camminare.

Una storia, quella di Hayes, che arriva da Acromb in Inghilterra. Da piccolo David sente dei dolori lancinanti all’anca. I medici, quando ha solo cinque anni emettono una diagnosi terribile: paralisi cerebrale, sedia a rotelle a vita.

Hayes non si arrende. Viene iscritto prima a una scuola per bimbi con deficit cognitivo. Ma ben presto viene spostato in una scuola statale ordinaria. Hayes studia, si sposa, ha due figli e diventa vicepresidente di un ente benefico.

A un certo punto Philip, 31 anni, il suo primogenito accusa dolori forti all’anca. Non è l’inizio di un nuovo incubo ma la svolta. A David viene diagnosticata una malformazione congenita che si risolve operando. A quel punto anche David ripete gli esami. E arriva la notizia incredibile: nessuna malattia invalidante, solo una malformazione.

David si sottopone a due interventi e ora, a 58 anni, David può fare i suoi primi passi.