I Draven, prima famiglia gender fluid: lui diventa mamma, lei papà

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Settembre 2018 6:24 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2018 23:29
I Draven, prima famiglia gender fluid: lui diventa mamma, lei papà

I Draven, prima famiglia gender fluid: lui diventa mamma, lei papà

LONDRA – In Inghilterra, la prima famiglia gender fluid si sta preparando a invertire i ruoli: Louise e Nikki Draven, genitori di Star Cloud di cinque anni, stanno pianificando di sottoporsi all’intervento chirurgico, lei diventerà il padre e lui la madre. Il piccolo, nel frattempo viene definito “persona” e lasciato libero di scegliere il genere che preferisce.

Per il momento hanno cambiato i nomi ma secondo i loro progetti l’inversione dei ruoli sarà definitiva quando il bambino avrà dieci anni, età in cui è probabile abbia scelto il genere a cui appartenere. Il padre biologico Louise, che Star chiama mamma, ha 32 anni e vuole diventare donna, un cambiamento a cui pensa “già da molto tempo”. La madre biologica di Star, Nikki, sarà sottoposta a tutte le cure e le operazioni del caso e si chiama Charlie, scrive il Daily Mail.

La coppia di Middlesborough, che si è sposata nel 2012 con un rito pagano, sostiene che a casa il figlio è libero di giocare con qualunque tipo di giocattolo che desidera, di tingersi le unghie e aggiunge: “Se avessimo aspettato fino a quando Star fosse stato più grande, sarebbe cresciuto con dei genitori che si sentivano incompleti”.

Ma Star ha comunque iniziato a fare delle domande. “Recentemente ha chiesto perché in piscina indossavo un costume da donna e gli ho spiegato che presto andrò da un dottore che mi toglierà il pene”. Louise ha iniziato a prepararsi per la transizione nel 2011 ed è dimagrita 7 kg così da poter sottoporsi all’intervento il prossimo dicembre. Ha anche rasato i capelli: dopo il trattamento ormonale la chioma rossa e nera si era diradata e ha optato per un look calvo “facile da gestire”.

Nikki, ora Charlie, ha dichiarato: “Detestavo il ciclo e il seno, a un certo punto mi sono reso conto che ho sempre desiderato essere un uomo”. Non è però tutto così semplice: lo scorso anno i Dravens hanno parlato delle loro esperienze e delle difficoltà che Star ha con i compagni d’asilo. A scuola non lo lasciano giocare con le bambole e lui si è lamentato. “Gli abbiamo spiegato che chiunque può giocare con le bambole e che è una buona pratica per quando crescerà e diventerà un papà”.

La risposta di Star: “Potrei non essere un papà ma una mammina!” La famiglia Dravens ha partecipato a numerosi programmi televisivi, suscitando scalpore e scatenando commenti anche crudeli. “Una persona ha scritto che dovremmo uccidere Star Cloud, prima che diventi un serial killer, si suiciderà o ci eliminerà. E’ incredibile come la gente possa dire cose così orribili su un bambino di quattro anni!”.