Assume la droga allucinogena N-Bomb e uccide la moglie e un’anziana: “Era in preda al delirio, sembrava Hulk”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 3 Gennaio 2021 16:03 | Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2020 18:21
Daniel Appleton con la moglie

Assume la droga allucinogena N-Bomb e uccide la moglie e un’anziana: “Era in preda al delirio, sembrava Hulk”. nella foto Daniel Appleton e la moglie

Assume la droga allucinogena N-Bomb e uccide la moglie e un’anziana. Da mite e sensibile uomo d’affari, il 28enne Daniel Appleton si è trasformato in un assassino stile “Incredible Hulk”.

In preda al delirio dovuto all’assunzione di N-Bomb l’uomo, nel West Sussex nel 2019 improvvisamente aveva ucciso la moglie Amy e una pensionata, due vittime della sua follia omicida.

La prima a essere uccisa è stata la moglie Amy, un’insegnante di scuola elementare che aveva sposato nel 2019 e la seconda Sandy Seagrave, 76 anni, una vedova che si era trovata nel posto sbagliato nel momento sbagliato.

Seagrave, alta meno di un metro e 50, era uscita per una passeggiata, e aveva visto Appleton aggredire sua moglie.

Amy era ranicchiata sul vialetto fuori dall’abitazione a Crawley Down, West Sussex. Anziché andare oltre l’anziana donna è intervenuta coraggiosamente dicendo ad Appleton: “Come ti permetti?!”. 

Come se fosse posseduto, l’uomo – che al momento pesava 127 chili – le ha tolto il bastone da passeggio e l’ha picchiata a morte.

Ha fatto lo stesso con la moglie, dicendo ai passanti terrorizzati: “Questa è mia moglie Amy, l’ho uccisa”.

Daniel Appleton uccide la moglie in preda al delirio. Poi tenta il suicidio

Una volta tornato a casa, ha tentato il suicidio.

I servizi di emergenza hanno potuto salvare solo Appleton. E’ sopravvissuto nonostante il tentativo di recidere le arterie femorali si sia accoltellato cinque volte al torace, al collo e alle cosce.

Nel processo, durato sette settimane, una giuria ha emesso un verdetto unanime e ritenuto Appleton colpevole di aver ucciso le due donne.

Verrà condannato il 25 gennaio, ma sicuramente rimarrà per il resto della sua vita dietro alle sbarre.

I vicini che hanno assistito all’aggressione, in tribunale hanno testimoniato che Appleton, alto un metro e 85 centimetri, diceva di essere Dio mentre colpiva la moglie che indossava solo biancheria intima.

“Sembrava enorme, spavaldo e tronfio, come l’Incredibile Hulk” hanno raccontato.

Daniel Appleton ha sostenuto di aver avuto un crollo mentale

Il 38enne ha sostenuto di aver subito un disastroso crollo mentale che ha innescato un episodio psicotico. Ma l’accusa ha insistito sul fatto che era drogato.

Dopo che i test per gli stupefacenti comuni sono risultati negativi, in un laboratorio francese sono stati inviati dei campioni di capelli e unghie.

Sono state trovate tracce di una sostanza chiamata 25i-NBOMe, nota come N-Bomb o “Smiles”.

E’ un potente allucinogeno sintetico venduto come alternativa all’Lsd o alla mescalina.

La N-bomb è così tossica che mentre la si manipola è necessario indossare la mascherina, guanti e occhiali.

Può causare allucinazioni, alterazioni imprevedibili dei sensi, paranoia ed è stata collegata a una serie di decessi.

Simon Davidson, socio e miglior amico di Appleton, in Tribunale ha dichiarato: “Daniel è un uomo molto sensibile che prende tutto molto a cuore e pensa troppo a tutto. Il che rende Daniel una persona stressata” (fonte: Daily Mail).