Ed Mitchell, da giornalista di successo ad alcolista senzatetto: “La vita senza alcool era grigia e piatta”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 10 Giugno 2020 7:08 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2020 20:13
Ed Mitchell, da giornalista di successo ad alcolista senzatetto: "La vita senza alcool era grigia e piatta"

Ed Mitchell, da giornalista di successo ad alcolista senzatetto: “La vita senza alcool era grigia e piatta”

LONDRA – Da giornalista tv di successo che guadagnava 90.000 sterline l’anno ad alcolista senzatetto.

E’ la storia di Ed Mitchell, conduttore di notiziari della BBC, Reuters e CNBC tra gli anni ’70 e ’90, che ha vissuto due vite.

In un articolo sul Daily Mail racconta di aver lottato per oltre 50 anni contro l’alcol.

“A volte ho il pieno controllo, altre sono KO ma continuo a tornare sul ring”.

Mitchell, 61 anni, inglese, ha iniziato a bere a 16 anni ed è “stato amore al primo sorso di sidro”.

Bere lo faceva sentire sicuro, a suo agio con gli altri. Per lui che era introverso, era una sensazione miracolosa.

Ma i bei momenti erano strettamente legati all’alcol e senza non si divertiva.

Appena laureato è stato assunto come apprendista alla Reuters a Fleet Street, che negli anni ’70 ospitava i principali quotidiani.

Bere era normale. Il mantra, scrive Mitchell, era: “Trova la storia, trovala per primo, non sbagliare, prendi da bere”.

Mitchell è poi andato alla BBC ma non riusciva ad andare in onda se prima non beveva qualche drink.

A volte sbagliava e la cosa non sfuggiva.

All’epoca si era sposato, aveva due figli, un consistente mutuo da pagare e “andavo in treno dalla costa meridionale a Londra cinque giorni alla settimana. Gestivo la pressione con l’alcol”.  

“Con i drink controllavo l’umore. La vita senza alcool era grigia e piatta”.

Non pensava di avere un problema di alcolismo, fino a quando nel 1999 non è stato licenziato per un episodio legato all’alcol. All’epoca guadagnava £ 90.000 all’anno.

Con entrate pari a zero, iniziò la discesa all’inferno.

Per i successivi sei anni, per mantenere la famiglia si adattò a qualsiasi lavoro, contrasse debiti.

Lunghi anni in cui non parlò né della disastrosa situazione finanziaria né della dipendenza dall’alcol.

Divorziò dalla moglie, mise in vendita la casa, pagò l’ipoteca.

Nel dicembre 2007, poco dopo che Mitchell aveva dichiarato fallimento in un tribunale inglese, la BBC rivelò che l’allora 54enne aveva venduto la casa e dormiva sul lungomare di Hove, a due passi da Brighton, dove abitava.

“Ho fatto tutto il possibile per rimanere pulito e non sprofondare nell’immagine stereotipata di un barbone, ma comportava alcune difficili sfide fisiche”.

Mitchell attualmente vive in un appartamento a Hove, sulla Manica. Nel gennaio 2009 ha pubblicato un libro, il best seller From Headlines to Hard Times.

Scrive l’ex giornalista: “Nel corso degli anni la battaglia si è trasformata in accettazione, ho realizzato che posso essere il nemico di me stesso e che la vita – ciò che ne rimane – è lì per essere  abbracciata”. (Fonte: Daily Mail)