Gb: a 17 anni uccide la sorella di 14 per il possesso di un cellulare

Pubblicato il 9 Agosto 2011 19:32 | Ultimo aggiornamento: 9 Agosto 2011 19:32

LONDRA – Una ragazzina inglese di 17 anni, Elena Rendell, ha ucciso la sorella Christina, di quattordici anni dopo una lite. L’oggetto del contendere? Un banalissimo cellulare. Le due stavano in casa e litigavano sul possesso di un telefonino quando d’un tratto il raptus: Elena ha preso una pistola dalla camera da letto e ha ucciso sul colpo la sorella. La corsa all’ospedale è stata inutile. E gli inquirenti ci hanno messo poco a individuare la colpevole.

Elena sarà trattata come un’adulta, e dovrà scontare l’ergastolo. Suo fratello, ufficiale dell’esercito, ha richiesto la sua custodia. Ma la sua richiesta è stata negata dal Giudice Ross Goodman. Il tutto è accaduto in Florida, a Pensacola. Una famiglia moderata e credente sconvolta.