Elisabetta, regina di parsimonia. “A Buckingham Palace biancheria e posate di seconda mano”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 12 Settembre 2019 6:30 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2019 20:45
Regina Elisabetta

La Regina Elisabetta (Foto Ansa)

ROMA – Sua Maestà la parsimonia: sembra che la regina Elisabetta a Buckingham Palace per gli ospiti utilizzi posate, letti e biancheria di seconda mano. Non si tratta di avarizia ma della sapiente arte del riciclo. E’ quanto sostiene Joanna Lumley, attrice di 73 anni, attivista ed ex modella britannica che ha elogiato la regina, 93 anni, come un’autentica fonte di ispirazione per chi vuole vivere in modo più sostenibile.

“Le persone dicono di aver bisogno di cose nuove ma quando vai a Buckingham Palace mangi con coltelli, forchette, letti e lenzuola di seconda mano. E se va bene per la regina allora va bene per tutti”, ha detto Lumley a Good Housekeeping.

L’attrice, vincitrice di un BAFTA, ha raccontato che indossa tutto “120 volte”, riutilizza le bottiglie e non butta mai via il cibo. “Provengo da un’epoca in cui si riciclava, ci si arrangiava e ci si accontentava” ha commentato Lumley.

Ma sembra che lei e la regina non siano le sole desiderose di sostenere l’ambiente: il mese scorso, il principe Carlo ha avviato una collaborazione con Vin e Omi, stilisti punk degli anni ’80, per lanciare una linea di moda sostenibile, con tessuti realizzati con le ortiche della sua tenuta ad Highgrove. caVin e Omi presenteranno alla London Fashion Week dieci capi di abbigliamento creati con fibra di ortiche.

Fonte: Daily Mail