Emiliano Sala, recuperato un corpo dal relitto dell’aereo precipitato

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2019 2:12 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2019 9:30
Emiliano Sala, recuperato un corpo dal relitto dell'aereo precipitato

Emiliano Sala, recuperato un corpo dal relitto dell’aereo precipitato

NANTES – E’ stato recuperato “con successo” il corpo avvistato nei giorni scorsi nel relitto dell’aereo che trasportava il calciatore argentino Emiliano Sala. Lo riferiscono i media britannici specificando che non è ancora chiaro se si tratti dell’ex attaccante del Nantes o del pilota David Ibbotson. 

Il piccolo velivolo, un Piper Malibu, è precipitato il 21 gennaio. Dopo settimane di ricerche, è stato ritrovato domenica scorsa nei fondali della Manica, 40 chilometri al largo dell’isola di Guernsey, da un team di soccorritori della società privata olandese GEOxyz, la stessa che a suo tempo aveva partecipato alle operazioni di recupero della Costa Concordia. 

Proseguono intanto le indagini per stabilire cosa sia andato storto sul Piper, ma soprattutto perché sia stato scelto un piccolo aereo da turismo (occorre capire da chi, mentre si annuncia una battaglia legale) per un viaggio in fondo non così breve. Tanto più per un volo notturno: volo durante il quale lo stesso Sala aveva presentito qualcosa, in quei messaggi mandati ad amici familiari in tono scherzoso quasi per esorcizzare il pericolo: “Ragazzi, sono in aereo, sembra che stia per cadere a pezzi…”; “Papà, ho una paura…”.