Emily Bendell, l’impreditrice londinese fa causa al Garrick Club: “Ammettete anche le donne”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 12 Settembre 2020 21:30 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2020 20:30
garrick club

Emily Bendell, l’impreditrice londinese fa causa al Garrick Club (nella foto, la sede): “Ammettete anche le donne”

Emily Bendell, 39 anni, imprenditrice britannica nel settore della lingerie, ha avviato un’azione legale per costringere il Garrick Club londinese ad ammettere le donne. 

Emily Bendell, fondatrice e Ceo di Bluebella e sostenitrice di progetti artistici, avrebbe le carte in regola per entrare a far parte del famoso Garrick Club di Londra ma non può perché è donna.

Nel club, da 189 anni è permesso l’accesso ai soli uomini.  

La Bendell ha incaricato i legali di ottenere un’ingiunzione che impedisca al Garrick Club di “continuare a esercitare la sua politica discriminatoria” e “illegale”.

Sostiene che il Club tratti le donne come “cittadini di seconda classe per il capriccio di un uomo” e le sue regole violino l’Equality Act 2010.

Nel club con 1.400 soci, fondato nel 1831 – in passato ne facevano parte Charles Dickens, H.G. Wells e J.M. Barrie – tra le regole c’è ancora quella secondo cui a nessuna donna è permesso di partecipare.

Il Garrick Club è l’ultimo per soli uomini

È considerato uno degli ultimi bastioni per soli uomini nel Regno Unito, sebbene le donne siano benvenute ma solo in veste di ospiti.

Nel 2015, la metà dei soci aveva votato a favore all’autorizzazione dell’accesso alle donne ma erano molto al di sotto della maggioranza dei due terzi necessaria per una modifica della regola.

All’epoca il Club aveva affermato che avrebbe rivisto nuovamente il voto nel 2020 ma fino a oggi al riguardo non c’è stata nessuna proposta.

Il criterio di selezione originale stabiliva che “è meglio escludere dieci uomini sgradevoli che ammetterne uno terribilmente noioso”.  

Oltre al Garrick anche i club White’s, Boodle’s e Pratt’s, ammettono solo uomini (fonte: Daily Mail).