Emily Hartidge, la conduttrice tv morta un anno fa sul monopattino: “Andava veloce e con una gomma sgonfia”

di Caterina Galloni
Pubblicato il 4 Settembre 2020 15:05 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2020 15:09
Emily Hartidge

Emily Hartidge, la conduttrice tv morta un anno fa sul monopattino. L’inchiesta: “Andava veloce e con una gomma sgonfia”

Nel Regno Unito, Emily Hartridge, 35 anni, conduttrice tv e star di YouTube, è stata la prima persona a morire per un incidente sul monopattino elettrico.

A Emily Hartidge si è bucata una gomma. La 35enne star Youtube e conduttrice tv, un anno fa è morta perdendo il controllo del suo monopattino e finendo sotto ad un camion.    

L’incidente è avvenuto il 12 luglio a Battersea, sud-ovest di Londra. In seguito alla collisione con il camion, Emily è morta sul colpo.

Nell’ultimo video, pubblicato l’8 luglio, la conduttrice di un programma su Channel 4, aveva detto ai suoi 350.000 abbonati che il monopattino elettrico era un regalo di compleanno del fidanzato Jake Hazell.

Il mortale incidente è avvenuto mentre Emily Hartridge si stava recando in un centro di fecondazione assistita poiché la coppia aveva deciso di mettere su famiglia.

L’inchiesta sul decesso si è svolta online a causa coronavirus, al Westminster Coroner’s Court.

Fiona Wilcox, medico legale, ha dichiarato: “Emily Hartridge stava guidando un monopattino elettrico. Ha perso il controllo dopo aver superato un portello di ispezione nella pista ciclabile ed è finita sotto un camion”.

Emily Hartidge morta all’istante

“È morta all’istante per le ferite riportate dal camion che è passato sul suo corpo”.  

“Il monopattino era guidato in modo inadeguato, andava troppo veloce e con un pneumatico sgonfio. Ciò ha causato la perdita di controllo e la sua morte”.

Nel Regno Unito, quando è avvenuto l’incidente, i monopattini elettrici erano illegali.  

Dal 1° agosto, quelli a noleggio sono diventati legali, limitati a una velocità massima di 25 km/h.

Possono essere guidati su strada o su piste ciclabili ma non sul marciapiede. I caschi sono consigliati ma non obbligatori (fonte: Sun).