Esplosione Parigi: Angela Grignano in coma farmacologico. Era lì per lavoro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 gennaio 2019 19:27 | Ultimo aggiornamento: 13 gennaio 2019 9:38
Esplosione Parigi: Angela Grignano operata, sta meglio. Era lì per lavoro

Esplosione Parigi: Angela Grignano in coma farmacologico. Era lì per lavoro

PARIGI – E’ in coma farmacologico Angela Grignano la giovane italiana di 24 anni rimasta vittima nell’esplosione avvenuta a Parigi per una fuga di gas. Nel pomeriggio di sabato la ragazza è stata sottoposta a un intervento all’ospedale Lariboisiere a una mano i medici si sono detti soddisfatti dell’esito. La giovane, di Trapani, ha riportato delle gravi ferite anche a una gamba e un piede.

Sin dal primo momento i medici hanno precisato che la vita di Angela Grignano non è mai stata a rischio ma adesso si attende l’arrivo dei genitori per valutare ulteriori interventi medici. La giovane si trovava a Parigi da un mese e mezzo e lavorava come cameriera nel ristorante dell’hotel Ibis in attesa di proseguire la sua carriera nel mondo della danza: per dieci anni ha frequentato una scuola di danza nella frazione trapanese di Xitta e negli ultimi anni aveva insegnato prima di trasferirsi a Roma.

Secondo le prime testimonianze la giovane era appena uscita dal ristorante in cui lavorava per fumare una sigaretta ed e’ cosi’ rimasta coinvolta nell’esplosione. I soccorsi l’hanno trasportata al nosocomio parigino a bordo di un elicottero. Dell’episodio e’ stato rapidamente informato il Consolato che ha contattato i genitori, attesi in serata a Parigi. 

 

I post su Facebook. “Parigi, un’avventura sulla quale mi sono buttata a capofitto senza pensare, mia dimora ormai da un mese e mezzo nella quale ripongo grande fiducia e speranza. Alla quale sto donando tutta me stessa per mettermi in gioco e vedere cosa è disposta regalarmi dopo tanti sacrifici”, scriveva in un post su Facebook per salutare il nuovo anno. Il fratello, Giuseppe Grignano, è un sacerdote e attorno a lui si stringono il vescovo Pietro Maria Fragnelli e la tutta comunità diocesana. Monsignor Fragnelli invita “tutte le comunità a pregare, oggi e nei prossimi giorni, perché questa giovane ragazza possa tornare presto alla sua vita e ai suoi sogni, manifestando all’intera famiglia Grignano una prossimità intensa ma discreta”.