Cronaca Europa

Fabio Vettorel è libero: scarcerato il giovane arrestato al G20 di Amburgo

Fabio-Vettorel-libero

Fabio Vettorel è libero: scarcerato il giovane arrestato al G20 di Amburgo (Frame dal Tg3 Rai)

BERLINO – È stato rimesso in libertà oggi, lunedì 27 novembre, Fabio Vettorel, il ragazzo italiano arrestato a luglio, durante gli scontri del G20 ad Amburgo. La Cassazione si era pronunciata a favore della scarcerazione venerdì scorso, ma aveva posto due condizioni procedurali, e cioè il pagamento di una cauzione da 10 mila euro a nome del diciottenne e la nomina di un procuratore sul luogo.

Lo scorso 24 novembre, infatti, i supremi giudici tedeschi avevano concesso la libertà del giovane  respingendo il ricorso della Corte d’Appello. Secondo quanto riferito dall’Ansa, Vettorel non potrà lasciare la città anseatica e dovrà risiedere presso la madre, che qui ha preso un appartamento, per tutta la durata del processo. Vettorel inoltre dovrà firmare tre volte alla settimana presso la polizia.

Vettorel era stato arrestato con l’accusa di disturbo della quiete pubblica aggravata dall’intento di causare danni attraverso oggetti pericolosi. Secondo la Procura il diciottenne avrebbe fatto parte di un gruppo di 150-200 persone vestite di nero che, armate di sassi e petardi, avrebbero attaccato un gruppo di agenti di polizia. La famiglia finora ha respinto radicalmente le accuse: “Nessun testimone ha riconosciuto Fabio”, aveva spiegato la madre qualche giorno fa. “E’ accusato di fare parte di un gruppo, una parte del quale sarebbe stato responsabile dell’aggressione”.

Quest’estate più volte sui giornali tedeschi, come Suddeutsche Zeiting e Welt, si è parlato di un video che avrebbe ripreso le immagini degli scontri durante il G-20. Dalle immagini era difficile scorgere qualche segno di riconoscimento plausibile, aveva sostenuto allora l’avvocato della difesa di Vettorel.

 

 

To Top