Fascite necrotizzante dopo una lezione di pilates: le amputano un braccio

di Caterina Galloni
Pubblicato il 3 Agosto 2019 7:39 | Ultimo aggiornamento: 2 Agosto 2019 19:02
Perde un braccio dopo una lezione di pilates, aveva contratto una fascite necrotizzante

Un esercizio di pilates (foto ANSA)

LONDRA – Patricia Austin, 78 anni, nel 2012 ha perso un braccio dopo essere stata attaccata da un parassita carnivoro durante una lezione di pilates e ha ottenuto un risarcimento di 150.000 sterline dal Servizio Sanitario Nazionale. Austin aveva contratto una fascite necrotizzante durante un allenamento in una sala della chiesa di Aylesbury, Buckinghamshire, nell’agosto 2012: la devastante patologia è causata da “batteri mangiacarne” che decompongono i tessuti ma è difficile da diagnosticare. 

Dopo essersi ferita al braccio, Austin era andata dal medico di base e in seguito, ormai molto malata, la figlia aveva chiamato il pronto soccorso ma un paramedico si era rifiutato di trasportarla in ospedale, aveva pensato che avesse semplici dolori addominali e consigliato di prendere degli antidolorifici.

Il giorno successivo si è recata in ospedale, le è stata diagnosticata la fascite necrotizzante e le hanno amputato il braccio. Austin ha avviato una causa legale contro l’NHS Foundation Trust del South Central Ambulance Service, che ha sede a Bicester, nell’Oxfordshire, sostenendo che se il paramedico l’avesse portata al pronto soccorso, avrebbe evitato l’amputazione. 

Il giudice, dopo aver stabilito che il ritardo nel ricovero era stato una violazione dell’obbligo dovuto al paziente ha stabilito un risarcimento danni che potrebbe arrivare a 150.000 sterline. (Fonte: Daily Mail)