Femen, la fondatrice Oksana Shachko trovata morta a Parigi. Si è uccisa

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 luglio 2018 11:57 | Ultimo aggiornamento: 24 luglio 2018 11:57
Femen, la fondatrice Oksana Shachko trovata morta a Parigi. Si è uccisa

Femen, la fondatrice Oksana Shachko trovata morta a Parigi. Si è uccisa (Foto da Twitter)

PARIGI – E’ stata trovata morta a Parigi Oksana Shachko, 31 anni, una delle fondatrici delle Femen. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La Bbc in versione ucraina, citando l’attivista del movimento femminista di protesta Inna Shevchenko, ha confermato che si tratta di suicidio. 

Dopo aver affrontato a seno scoperto leader mondiali ed essere stata fermata diverse volte, l’attivista del movimento di femminista di protesta si sarebbe uccisa nel suo appartamento nella capitale francese. La notizia del suicidio è stata confermata dall’attivista Inna Shevchenko. Il corpo di Oksana è stato rinvenuto lunedì e le verifiche sono ancora in corso.

“Non conosciamo ancora la data esatta della morte, che sarà stabilita dagli esami”, ha aggiunto Shevchenko, precisando che “l’ultima volta che Oksana è stata vista in vita è stato venerdì”.

La giovane avrebbe lasciato una scritta in inglese: “Siete tutti un falso”. Negli ultimi due anni l’attivista aveva già tentato per due volte di togliersi la vita, ha riferito una conoscente. In Francia aveva trovato asilo nel 2013 e si era data alla pittura.

Nell’aprile del 2008, insieme ad Oleksandra (Inna) Shevchenko e Anna Hutsol, Shachko aveva fondato il movimento Femen: nato in Ucraina per denunciare il sessismo e le discriminazioni nei confronti delle donne, si è allargato negli anni ad altri Paesi, ampliando il raggio delle proteste.