Ferruccio Ferragamo e Ilaria Giusti: il divorzio dell’anno che divide il Regno Unito

di Caterina Galloni
Pubblicato il 4 aprile 2019 7:00 | Ultimo aggiornamento: 3 aprile 2019 22:42
Ferruccio Ferragamo e Ilaria Giusti: il divorzio dell'anno che divide il Regno Unito

Ferruccio Ferragamo e Ilaria Giusti: il divorzio dell’anno che divide il Regno Unito

ROMA – Nel Regno Unito è considerato il divorzio dell’anno: è quello tra Ferruccio Ferragamo, 73 anni, presidente della casa di moda, e Ilaria Giusti, che da due anni si è trasferita a Londra, città in cui si sta svolgendo la battaglia legale per un patrimonio di circa 4 miliardi di euro. 

Ferragamo chiede che il divorzio avvenga in Italia, a Firenze, mentre la moglie vuole che venga deciso in un tribunale britannico. Ferruccio Ferragamo è il presidente di Salvatore Ferragamo, un brand di riferimento per le icone dell’età d’oro di Hollywood, tra cui Audrey Hepburn, Marilyn Monroe e Marlene Dietrich; la casa di alta moda riscuote ancora un enorme successo e il 70% è di proprietà della famiglia Ferragamo. 

Il re del lusso e Ilaria Giusti, 53 anni, si sono sposati in Italia nel marzo  2004, e “godevano di uno standard di vita molto alto”. La coppia ha un figlio di 17 anni. Nel 2012 Ferragamo ha chiesto la separazione legale, la moglie aveva presentato ricorso e solo dopo sei anni la pratica legale è stata conclusa. 

Nel 2018, un giorno dopo la separazione, Ferragamo ha chiesto il divorzio ma la la moglie l’aveva preceduto: si era trasferita a Londra nel 2017 dove aveva presentato richiesta di divorzio nel Regno Unito e dove è iniziata la battaglia legale per il patrimonio. 

A novembre del 2018, un giudice della Corte Suprema ha respinto la richiesta della Giusti definendo il tentativo di divorziare nel Regno Unito, una “manovra senza scrupoli”. Giusti si era stabilita a Muswell Hill, a nord di Londra, ma per l’intera durata del matrimonio aveva vissuto in Italia, aveva osservato il giudice Francis, spiegando che secondo la legge italiana, le pratiche di divorzio possono essere avviate solo dopo la dichiarazione ufficiale di separazione legale. 

Il giudice ha stabilito che la richiesta di divorzio nel Regno Unito da parte della Giusti deve essere sospesa poiché l’Italia ha la priorità. “Questo è, se mi è concesso dirlo, un caso della moglie che cerca di mangiare l’intera torta”. La Corte d’Appello ha riservato la decisione sul ricorso della Giusti e successivamente emetterà la sentenza. La battaglia legale va avanti e nel frattempo dovrebbe arrivare anche la decisione del Tribunale di Firenze che dovrà stabilire di chi è la competenza. (Fonte: The Daily Mail)