Francia, auto con targa diplomatica del Vaticano fermata con 4 kg di cocaina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2014 13:26 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2014 13:26
(foto Ansa)

(foto Ansa)

PARIGI – Un’automobile con targa diplomatica del Vaticano è stata fermata a un controllo di dogana in Francia ad un casello autostradale di Chambery e a bordo del veicolo sono stati trovati 4 chili di cocaina e 150 grammi di cannabis.

L’operazione risale a domenica, la radio RTL ne ha dato notizia oggi. Nell’auto c’erano due italiani di 30 e 41 anni, di cui non sono stati resi noti i nomi.

Il proprietario dell’auto è il cardinale argentino Jorge Maria Mejia, 91 anni, bibliotecario emerito della Santa Sede.

Secondo la versione della radio francese il cardinale Mejia, 91 anni, è in convalescenza dopo un infarto (Papa Francesco due giorni dopo la sua elezione lo andò a visitare in una clinica romana).

Sarebbe quindi stato il segretario di monsignor Mejia a prestare l’auto ai due italiani affinché provvedessero a fare il tagliando e i due ne avrebbero approfittato per fare un viaggio in Spagna e comprare la droga, certi che con targa diplomatica nessuno li avrebbe fermati.

“Confermo che la macchina del card. Mejia – ha detto il portavoce vaticano padre Federico Lombardi – è stata fermata in Francia, non sono in grado di dire quante persone ci fossero a bordo, ma posso affermare che non sono coinvolte persone della Santa Sede, né ovviamente il card. Mejia, che è anziano e malato. Toccherà alle autorità di polizia proseguire le indagini”.