Francia. Bimbo prematuro, probabili handicap, genitori: “Non tenetelo in vita”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2014 12:51 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2014 12:52
Francia. Bimbo prematuro, probabili handicap, genitori: "Non tenetelo in vita"

Francia. Bimbo prematuro, probabili handicap, genitori: “Non tenetelo in vita”

PARIGI – Un bimbo nasce prematuro con una grave emorragia al cervello che gli provocherà un grave handicap e i genitori chiedono di interrompere le cure che lo tengono in vita. Succede in Francia. 

I medici dell’ospedale di Poitiers che hanno fatto nascere il piccolo alla fine del quinto mese di gestazione e hanno subito messo nell’incubatrice, perché sopravvivesse, quel corpicino di nemmeno un chilo di peso si sono sentiti chiedere dai suoi genitori di smettere, di non cercare più di farlo sopravvivere. 

I genitori del bimbo da una settimana stanno contrastando la decisione dell’équipe medica dell’ospedale, definendo “accanimento terapeutico” le cure che somministrano al piccolo. Un piccolo nato il 31 agosto, con quattro mesi di anticipo. E con un futuro con probabili handicap.

“I medici non possono darci rassicurazioni sulla sua sopravvivenza. Ci hanno detto che non soffre, ma vediamo che piange e che si agita. I medici sanno che le conseguenze saranno irreversibili e determineranno nel piccolo un handicap, di cui ancora non si conosce la natura”,

ha detto a France Info la coppia, che, piuttosto di veder realizzarsi questa prospettiva, preferisce veder morire il proprio figlio.