Francia, divorzia dal collega e viene licenziata: avrebbe “generato una situazione conflittuale nell’azienda”

Pubblicato il 19 agosto 2010 15:36 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2010 15:53

Con il divorzio, oltre al coniuge, si rischia di perdere anche il lavoro. E’ successo ad una francese di 51 anni, Dominique Baudequin, autista di pullman a Macon, nel centro-ovest della Francia, licenziata dopo aver divorziato dal marito, dipendente della stessa azienda, che invece ha conservato il posto. Ora Dominique denuncia la discriminazione di cui è stata vittima.

La donna, si legge oggi sul quotidiano Liberation, stava per terminare il periodo di prova di un anno nella CarPostal, che gestisce il trasporto urbano a Macon. Poco prima di essere riconfermata, Dominique ha ricevuto una raccomandata a casa da parte dell’azienda, che recita: ”Lei si trova in istanza di divorzio con suo marito, anche lui dipendente della stessa azienda. Questa situazione, che attiene generalmente alla vita privata, ha generato una situazione conflittuale nell’azienda”.

I ”pettegolezzi” sollevati dalla storia ed il ”clima agitato” creatosi sul posto di lavoro sono quindi diventati motivo per il licenziamento. Dominique si e’ quindi rivolta alla giustizia, denunciando non solo la scorrettezza dell’azienda (per il suo avvocato i pettegolezzi non sono un buon motivo di licenziamento), ma anche la discriminazione nei suoi confronti: il marito infatti ha conservato il suo posto, ricevendo solo un semplice ammonimento.