Francia. Ex parroco, 69 anni, accusato di stupro di una fedele della parrocchia

Pubblicato il 27 febbraio 2014 14:42 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2014 14:42

rape 2PARIGI, FRANCIA – L’ex parroco di Moirans-en-Montagne, un paesino nell’est della Francia, è comparso davanti alla giustizia con l’accusa di aver stuprato e aggredito sessualmente una fedele della parrocchia. Il processo contro il religioso, 69 anni, si è aperto presso il tribunale di Lons-le-Saunier, e si tiene a porte chiuse.

Ad accusarlo è una donna di 39 anni, descritta come “pia” e “vulnerabile”, affetta da disturbi fisici e psicologici. I fatti risalgono al giugno 2010. La donna sostiene che, durante un pellegrinaggio, l’ex parroco avrebbe ripetutamente tentato di toccarla. Alcuni giorni dopo, alla ricerca di spiegazioni, la fedele si sarebbe dunque recata a casa del religioso, a Moirans-en-Montagne.

Ed è a quel punto che lui l’avrebbe spinta in camera da letto e violentata. La donna si ritrova ora al centro di numerose polemiche tra gli abitanti del paesino sulle montagne dello Jura, che da tempo è rimasto senza parroco. Padre Lagnien inoltre era molto rispettato e apprezzato.

Il religioso, che nega lo stupro, ma non i fatti (sostiene che lei era consenziente), ha inviato diverse lettere di scuse alla donna, proponendole anche scuse pubbliche, per evitare di andare in tribunale. Rischia fino a 20 anni di detenzione.