Francia, requisito il farmaco per il diabete Mediator: sarebbe responsabile di quasi mille morti

Pubblicato il 14 Ottobre 2010 12:32 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2010 13:15

E’ stato ritirato dal mercato un medicinale (Mediator) per la cura del diabete, poi esteso ai pazienti che volevano perdere peso, prodotto dai laboratori francesi Servier: sarebbe infatti responsabile di centinaia di decessi in Francia, tra i 500 e i 1.000, secondo uno studio del Servizio sanitario nazionale (Cnam) pubblicato dal quotidiano le Figaro.

In commercio dal 1976 il Mediator fa parte della famiglia delle ‘fenfluramine’ con un effetto ”taglia fame”. Negli Stati Uniti proprio le ‘fenfluramine’ erano ritenute la causa di problemi alle valvole cardiache e di ipertensione arteriosa polmonare e sono state definitivamente vietate. Il divieto è stato esteso anche in Europa.

Il Mediator era riuscito a sfuggire al bando presentandosi come un ‘isomeride’ (una terapia complementare alla dieta nei pazienti obesi). Lo studio rivela che su un milione di diabetici, il rischio di problemi alle valvole cardiache è moltiplicato di circa quattro volte per i pazienti esposti al Mediator. Inoltre uno studio universitario stima tra i 500 e i 1000 il numero di decessi che hanno una relazione diretta con il Mediator.