Francia, il ministro: “I musulmani che sono una minaccia verranno espulsi”

Pubblicato il 27 settembre 2012 15:44 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2012 15:45
Manuel Valls

Manuel Valls (Foto Lapresse)

PARIGI – I musulmani che rappresentano “una grave minaccia all’ordine pubblico francese” saranno espulsi. L’affermazione arriva dritta da un membro del governo di Francois Hollande, il ministro dell’Interno Manuel Valls. E arriva dopo i disordini seguiti non solo al film su Maometto “L’Innocenza dei Musulmani”, ma anche alla pubblicazione delle vignette satiriche di Charlie Hebdo, che avevano sempre per oggetto Maometto.

Valls ha parlato a Strasburgo, nell’est della Francia, dove si trovava per l’inaugurazione della Grande Moschea, dotata della più ampia sala di preghiera musulmana del Paese.

Il ministro ha anche detto che non esiterà a far espellere chi si proclama dell’islam ma non rispetta le ”leggi” e i ”valori” della Repubblica. ”Per essere francese o per vivere in Francia nessun bisogno di rinunciare a praticare la propria fede o di rinnegare le proprie origini”.