Francia: moglie del terrorista detenuto gli porta coltello in carcere. Polizia le spara e la uccide

di Caterina Galloni
Pubblicato il 6 marzo 2019 14:03 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2019 14:03
Francia: la moglie del terrorista detenuto gli porta coltello in carcere. Polizia le spara e la uccide

Francia: moglie del terrorista detenuto gli porta coltello in carcere. Polizia le spara e la uccide (foto d’archivio Ansa)

PARIGI – Michael Chiolo, il detenuto radicalizzato che si era asserragliato in un locale della prigione di Condé-sur-Sarthe, dopo aver accoltellato due secondini, è stato arrestato dagli uomini delle forze speciali francesi mentre la compagna, in attesa di un bambino, ha perso la vita durante il raid, uccisa a colpi di arma da fuoco. 

Secondo quando riporta il Daily Mail la donna durante la “visita coniugale” avrebbe consegnato a Chiolo l’arma con cui poi ha accoltellato i due agenti e preso parte all’aggressione.  Michael Chiolo, 27 anni, e la compagna si erano chiusi all’interno del locale adibito alle visite della prigione di Alencon-Conde-sur-Sarthe in Normandia, dopo aver aggredito due guardie mentre gridavano “Allah Akbar”.

La coppia è rimasta barricata dieci ore dall’interno della stanza, dopo di che la polizia è riuscita a entrare, ha sparato e ferito entrambi. La donna è morta poco dopo in ospedale. Nel 2014, nonostante fosse stato descritto da un giudice come uno “psicopatico” per aver ucciso un sopravvissuto all’Olocausto, a Chiolo erano state concesse regolari visite familiari.

Fonte DailyMail.