Francia, scritte offesive sulla Moschea: tre studenti neonazisti in carcere

Pubblicato il 24 Marzo 2010 0:39 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2010 0:39

Tre liceali vicini ai movimenti neonazisti sono stati condannati a otto mesi di reclusione con la condizionale, per scritte razziste e anti-musulmane con cui hanno imbrattato la Grande moschea ancora in costruzione di Saint-Etienne, nel centro-est della Francia.

Di età tra i 18 e i 20 anni, gli studenti di una istituto professionale della stessa città hanno ammesso di aver imbrattayo con una decina di scritte i muri esterni della Grande mosche nella notte tra il 7 e l’8 febbraio scorso.

«Via gli arabi da qui», «Sporchi negri, vi avremo» o «Heil Hitler», recitavano le scritte accompagnate da croci celtiche. Tre settimane dopo i fatti i tre erano stati fermati e interrogati.

I giovani, ispirati da idee neonaziste, hanno motivato il loro gesto con la loro «collera» per l’esistenza a loro avviso di siti Internet «anti-francesi», oltre ad aver dichiarato di aver fatto uso di alcol. A conclusione del processo i tre hanno presentato le loro scuse.