Francia. Polizia uccide ventenne, scontri a Nantes. Lo sparo durante controllo di routine

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 luglio 2018 10:22 | Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2018 10:22
Francia. Polizia uccide ventenne, scontri a Nantes. Lo sparo durante controllo di routine

Francia. Polizia uccide ventenne, scontri a Nantes. Lo sparo durante controllo di routine

ROMA – Scontri tra gruppi di giovani e forze di polizia nella notte a Nantes, nell’ovest della Francia, dopo l’uccisione di un ragazzo di 22 anni da parte di un agente durante un controllo di routine. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] I giovani dimostranti – alcuni dei quali armati di bombe molotov – hanno dato alle fiamme alcune auto e parte di un centro commerciale. Il ragazzo è stato colpito da un proiettile sparato da un agente durante il controllo ma non è ancora chiaro il motivo che ha spinto il poliziotto ad usare l’arma.

Il capo della polizia di Nantes, Jean-Christophe Bertrand, ha detto che l’uccisione del giovane è avvenuta alle 20:30 di ieri quando la polizia ha fermato la sua auto. L’identità del giovane non era chiara, ha spiegato il dirigente di polizia, e gli è stato chiesto di seguire gli agenti per essere identificato. L’uomo sarebbe quindi partito in retromarcia investendo un agente, rimasto ferito in modo lieve. “Uno dei suoi colleghi ha aperto il fuoco, colpendo il giovane, che sfortunatamente è morto”, ha detto Bertrand. Una fonte di polizia ha detto che il giovane è stato colpito alla carotide ed è arrivato in ospedale morto.

Per gli abitanti di Breil era un ragazzo d’oro, veniva da Parigi ma non si era mai messo nei guai. La Polizia, invece, ha rivelato successivamente che sull’uomo c’era un mandato d’arresto per diversi furti e associazione per delinquere. L’auto con a bordo il ventiduenne era stata fermata perché segnalata per traffico di stupefacenti.