Francia, scontri nelle banlieue di Parigi dopo assoluzione di due poliziotti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2015 0:40 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2015 0:40
Francia, scontri nelle banlieue di Parigi dopo assoluzione di due poliziotti

(Foto Ansa)

PARIGI – Violenti scontri tra manifestanti e polizia nella banlieue di Parigi dopo l’assoluzione di due agenti Stephanie Klein e Sebastien Gaillemin coinvolti nel processo sulla morte di Bouna Traoré e Zyed Benna. Dopo le rivolte del 2005 nuovi scontri sono stati registrati alla sentenza di assoluzione per i due agenti indagati. Circa 400 manifestanti si sono riuniti nella banlieue di Bobigny, riferisce I-Télé, dove una donna è stata ferita e i gendarmi sul posto hanno dovuto chiamare i rinforzi.

Obiettivo del raduno era protestare contro la decisione del tribunale di Rennes di assolvere i due agenti di polizia finiti sul banco degli imputati per omissione di soccorso nei confronti di due ragazzini, Bouna Traoré e Zyed Benna, 15 e 17 anni, la cui morte scatenò 10 anni fa una violenta rivolta nelle banlieue di Francia.

I due adolescenti, piccoli spacciatori, si erano rifugiati in una cabina elettrica di Clichy-sous-bois per sfuggire alla polizia che li inseguiva e rimasero folgorati. Un terzo, Muhittin Altun, 17 anni, si salvò riportando però gravi ustioni. La morte dei due minorenni scatenò settimane di rivolta, con centinaia di auto bruciate e disordini ovunque. I due poliziotti assolti il 18 maggio, Stephanie Klein e Sebastien Gaillemin, 38 e 41 anni, hanno sempre sostenuto di non essersi resi conto del pericolo che correvano i due ragazzi.

La polizia ha poi disperso la manifestazione in un’atmosfera “un po’ tesa”, ha riferito una fonte della prefettura, precisando tuttavia che non ci sono stati fermi. I manifestanti, 400 secondo la polizia, hanno scandito slogan come ”Polizia assassina, giustizia razzista” o ”Zyed e Bouna, non dimentichiamo”.

Rabbia e amarezza per la decisione di assolvere i due agenti alla sbarra per “omissione di soccorso” è stata espressa anche dai famigliari delle vittime. In un primo tempo, I-Télé aveva riferito di scontri tra la polizia e i manifestanti e di una donna ferita.