Francia, scoppia forno in un sito nucleare. “Nessuna fuga radioattiva”

Pubblicato il 12 Settembre 2011 13:47 | Ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2011 15:11

PARIGI, 12 SET – Paura radiazioni in Francia dopo l’esplosione di un forno di un sito di stoccaggio di rifiuti radioattivi nell’impianto nucleare di Marcoule nel sud del paese.  ”Non c’è stata fuga all’esterno” del sito di Marcoule,  ha detto un portavoce del Commissariato dell’energia atomica (CEA), “non c’è stata nessuna fuoriuscita” hanno ripetuto dal  governo di Parigi.

Si tratta della prima centrale nucleare costruita in Francia e l’impianto è formato da tre reattori. Secondo Le Figaro ci sarebbero un morto e quattro feriti. La centrale fa parte del più ampio sito nucleare Marcoule, un’istallazione industriale gestita da AREVA e dal CEA. I pompieri hanno eretto un perimetro di sicurezza intorno alla centrale, a causa del rischio di fughe.

Secondo quanto riporta il sito di Midi Libre, l’esplosione si sarebbe verificata intorno alle 11:45 di questa mattina nel centro di trattamento delle scorie nucleari Centraco, a Marcoule. Il sito on line parla di un morto, un uomo il cui corpo è stato ritrovato ”carbonizzato”, e di quattro altri feriti, di cui uno ”molto grave”. Quest’ultimo è stato trasferito in elicottero all’ospedale di Montpellier. Le altre persone ferite in modo più leggero sono state invece ricoverate all’ospedale di Bagnols-sur-Ceze.

Il Dipartimento della Protezione civile è in contatto con l’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) e con i vigili del fuoco per monitorare e verificare gli eventuali rischi per l’Italia dopo l’esplosione. Per ora, fanno sapere al Dipartimento, le informazioni arrivate dalla Francia non parlano di dispersioni radioattive.