Francia, trans “genitore biologico”: la sentenza storica

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 novembre 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 15 novembre 2018 1:34
Francia, trans "genitore biologico": la decisione storica

Francia, trans “genitore biologico”: la decisione storica

PARIGI – Un transessuale “genitore biologico”: è inedita la sentenza con cui la giustizia francese ha riconosciuto questo status ad un uomo diventato donna, 50 anni e tre figli alle spalle avuti dalla ex moglie, sposata nel 1999: due avuti prima del cambio di sesso, e un terzo dopo l’operazione. 

Proprio in seguito alla nascita dell’ultimogenita la donna, che nel 2011 ha ottenuto dal tribunale la variazione all’anagrafe del proprio genere, si è rivolta alla giustizia per chiedere di essere riconosciuta come “madre” della figlia. Una richiesta respinta dalla corte di appello di Montpellier, che ha però concesso lo status di “genitore biologico” da inserire sull’atto di nascita della bambina e su tutti i registri amministrativi.

La sentenza fa riferimento all'”interesse generale di vedere il legame biologico trascritto sui documenti della bambina con la menzione genitore biologico”. Per il legale della donna si tratta di una decisione “inedita” in quanto riconosce il legame di filiazione e “anche se il tribunale non utilizza la parola madre, sugli atti verrà segnato il nome della mia cliente con la sua identità femminile”. L’avvocato Clélia Richard ha riferito ai media il “sollievo della mia assistita, un passo avanti per i suoi diritti nei confronti della figlia, ad esempio in caso di decesso o successione”.