Francia: tre giovani ebrei colpiti a martellate

Pubblicato il 3 Giugno 2012 20:41 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2012 20:59

LIONE – Tre giovani ebrei sono stati attaccati e feriti alla testa a colpi di spranga e martello da una decina di individui a Villeurbanne, alla periferia di Lione, vittime di un atto di "gravità estrema", come lo ha definito il ministro dell'Interno francese, Manuel Valls, che ha parlato di attentato al "nostro modello di repubblica".

I tre ragazzi, che indossavano la kippà sono finiti in ospedale, uno di essi con una ferita aperta al cranio, un altro con un trauma alla nuca. Non sono però gravi.

Il ministro Valls ha promesso di "lottare contro ogni aggressione di stampo religioso" e di mobilitare forze di polizia per consegnare gli aggressori alla giustizia.

"Questi atti di estrema gravità – ha detto – costituiscono un deliberato attacco contro il nostro modello repubblicano, che permette a tutti, senza distinzioni, di vivere liberamente in tutta sicurezza la sua appartenenza religiosa".