La Francia vieta il velo integrale, un imprenditore crea un fondo per pagare le multe

Pubblicato il 15 luglio 2010 14:26 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2010 14:26

Donne con il Niqab

La Francia si appresta a vietare burqa e niqab nei luoghi pubblici, ossia queli veli usati da alcune donne musulmane che coprono corpo e volto lasciano una minima fessura all’ltezza degli occhi. La notizia ha già spaccato l’opinione pubblica in una pese dove abitano 5 milioni di musulmani.

E così un imprenditore francese di origine algerina, Rachid Nekkas, ha deciso di creare un fondo da un milione di euro con il quale pagare le multe previste per chi trasgredisce. “Non avranno che da inviarci la multa e, visto che nessuna legge lo proibisce, riceveranno in cambio un assegno”. La legge è pronta per l’approvazione da parte della Camera dei deputati francese e prevede multe da 150 euro e in alcuni casi anche l’obbligo a frequentare un corso di educazione civica.

Pene severe soprattutto per quei mariti e parenti che obbligano le donne a velarsi contro la loro volontà: 1 anno di carcere e multe fino a 30mila euro, che raddoppiano nel caso una minore sia costretta a portare il velo integrale.