Gb, agente segreto trovato morto: aveva abiti da donna e interessi sadomaso

Pubblicato il 22 dicembre 2010 17:11 | Ultimo aggiornamento: 22 dicembre 2010 18:28

Gareth Williams

Gareth Williams, l’agente dell’MI6 trovato morto nel proprio appartamento ad agosto, chiuso in una borsa rinvenuta nella vasca da bagno, aveva visitato alcuni siti internet dedicati alle pratiche sadomaso e aveva un guardaroba pieno di abiti da donna nuovi, all’apparenza mai indossati, del valore di 15.000 sterline.

E’ quanto hanno rivelato gli inquirenti che stanno indagando sulla sua morte, in seguito ad un’analisi del traffico web dei suoi cellulari. La polizia sta inoltre cercando di contattare una coppia che si era recata a casa della spia.

”La morte di Gareth rimane sospetta, non sono ancora state trovate spiegazioni e le indagini sulle circostanze della morte continuano”, ha dichiarato l’ispettore capo Jack Sebire.

5 x 1000

Secondo alcune fonti, gli inquirenti ora sarebbero convinti che qualcuno ha aiutato Williams, 30 anni, a entrare nella borsa. In seguito ad alcune testimonianze, la polizia ha diffuso l’identikit di una coppia che si sarebbe recata nell’appartamento un mese prima della morte della spia. I due avevano detto ad un testimone di aver ricevuto le chiavi di casa da un certo ‘Pier Paulo’.

”Gareth era una persona molto riservata, sappiamo che non avrebbe dato le chiavi di casa sua a nessuno a parte membri della sua famiglia”, ha dichiarato Sebire, incoraggiando la coppia a farsi avanti.

Il fatto che l’inchiesta sia nelle mani della sezione omicidi di Scotland Yard indicherebbe tuttavia che la morte dell’uomo non è legata al lavoro che svolgeva. Nulla è stato rubato dall’appartamento dell’uomo a Pimlico, nel centro di Londra e non vi sono segni di colluttazione, né di scasso. Dai test tossicologici non è emerso nulla.

[gmap]