Gb, mise il gatto in lavatrice e lo filmò. Condanna a 56 giorni di carcere

Pubblicato il 13 Novembre 2012 19:10 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2012 21:09

Allan Staughton, condannato a 56 giorni di carcere per aver messo il gatto della sua fidanzata in lavatrice e aver pubblicato il video della tortura su YouTube

LONDRA – Allan Staughton, il ragazzo di 23 anni che aveva messo il gatto della fidanzata in lavatrice per gioco, è stato condannato a 56 giorni di prigione. Per tre volte aveva acceso l’asciugatrice e aveva filmato la sua tortura, per poi pubblicare il video su YouTube.

Il gatto, una femmina di nome Princess, è sopravvissuta all’accaduto e da allora è stata affidata a nuovi padroni. A far finire in manette Staughton, di Huntingdon, nel Cambridgeshire, è stata una denuncia del video alla Royal Society for the Protection of Animals (Rspca), la protezione animali britannica, che con l’aiuto della polizia è riuscita a  risalire all’autore del crudele filmato.

Al primo interrogatorio, Staughton ha raccontato agli agenti di aver pensato che l’episodio fosse ”divertente” e per questo di averlo filmato. Il giudice Celia Chignell ha tuttavia affermato che il ragazzo è colpevole di ”tortura” nei confronti dell’animale e, oltre a condannarlo a 56 giorni di detenzione, gli ha vietato di possedere un animale domestico per tutta la vita.